27 luglio 2019

Elisa supera la paura

" Realizzai che il viaggio verso la guarigione, per quanto breve, era stato un’esperienza meravigliosa dall’inizio alla fine.
Realizzai che anche nella monotonia della vita di tutti i giorni viviamo momenti a stretto contatto con la morte, e che la sofferenza è la prova del nostro essere.
Nel vortice della malattia, ero sicura di avere annusato l’odore della morte, l’odore della fine.
Un sentore flebile ma reale.
E da lì, piano piano, avevo cominciato a ristabilirmi.
Mentre si guarisce, si percepisce qualsiasi cosa come una gioia !
Forse è il flusso della vita stessa che man mano riprende vigore. "

(Banana Yoshimoto) per Elisa Sforza (da Asti)

Potrebbero interessarti anche:

Archivio blog