23 settembre 2019

Casier accoglie Fanni Guidolin con il suo #Pelvicstomintour, in occasione di "Ottobre in Rosa"

Anche Pelvicstom sarà presente con Fanni Guidolin alle iniziative di prevenzione del mese di Ottobre. L'evento di #pelvicstomintour si colloca terzo dopo altre due serate (il 3 e il 17) in cui si parlerà di tumore al seno e menopausa).
Il 23, alle ore 20.30, presso la sala conferenze della biblioteca di Casier, in provincia di Treviso, la dottoressa Guidolin si rivolgerà alle donne giovani e meno giovani (e ai loro compagni, figli o mariti), per parlare di pavimento pelvico e di come proteggere questa intima regione del corpo. 
Lo scopo è prevenire l'inevitabile sopraggiungere di disfunzioni come i prolassi o l'incontinenza che limitano la vita sociale, fanno sentire la donna meno femminile, creano ansia e, a volte, terrore. 
"Dottore !! Ho una palla che mi esce dalla vagina, una specie di ingombro! Aiuto !".
Spesso si rivolgono ai ginecologi così, senza aver nemmeno mai posto lo specchio tra le gambe, per guardarsi la vagina. Poche sanno come è fatta la propria. Per le donne coraggiose, che hanno tentato di studiarla guardandola allo specchio, le convinzioni errate sono ancora un muro molto alto. Qualcuna lamenta di averla esteticamente brutta, solo perchè nota le piccole labbra sporgenti, qualcun altra pensa che le marische anali siano emorroidi. C'è chi rifiuta ogni approccio sessuale con il proprio partner per paura che il prolasso "si rompa". Le donne che hanno avuto interventi ginecologici non hanno il coraggio di chiedere al medico se possono avere rapporti sessuali e preferiscono "chiudere i battenti". 
C'è bisogno di informare e di tranquillizzare. C'è bisogno di capire che con l'avanzare dell'età, e la caduta per gravità di tutti i muscoli (pensiamo alle palpebre, ai glutei o al seno) anche il pavimento pelvico si "abbassa" e con esso gli organi pelvici che vi si appoggiano, come la vescica, la vagina o l'utero con il retto. 
La proiezione di video, immagini e strumenti riabilitativi e preventivi, suscita sempre molto interesse da parte del pubblico. Infatti Fanni Guidolin si sofferma poco sull'anatomia perineale, qualche cenno è suffciente, poichè interessa maggiormente sapere che i lassativi a base di erbe sono i più irritanti e quelli che creano dipendenza. O che il bacio sulla bocca con la lingua stimola la lubrificazione vaginale e migliora l'atto sessuale. O ancora che la caffeina può eccitare eccessivamente la vescica già iperattiva. Non bene per una donna che soffre di incontinenza da urgenza. E molte altre demenziali curiosità, come la cacca glitterata o il pongo a pettolotto, la postura sdraiata sul wc o quella della donna che minge in piedi come gli uomini.
L'appuntamento quindi, sarà per chiunque fosse curioso o interessato, per le donne che si vogliono bene, o per quelle che non se ne vogliono ma hanno deciso che è il momento di cambiare, per le insegnanti che si rapportano con giovani adolescenti, o per uomini che vogliono semplicemente comprendere meglio la loro donna, dimostrando partecipando, il loro amore.

Si ringrazia per l'organizzazione e l'invito la dott.ssa Patrizia Gottardis del Settore Servizi alla Persona del Comune di Casier (TV)
Con la dott.ssa Damiana Manente, la dott.ssa Francesca Toscan, la dott.ssa Cinzia Gellini e la dott.ssa Annarita Dall'Agata.
La serata sarà aperta al pubblico e gratuita. Per info 0422 493073 
Annamaria Fietta del direttivo AISCAM (associazione incontinenti e stomizzati di Castelfranco e Montebelluna) realizzerà i fiocchetti rosa per tutte le donne che vorranno dimostrare sensibilità e partecipazione all'evento. 

L’informazione Perineale arriva anche a Villorba

La serata di ieri sera a Carita’ di Villorba (In provincia di Treviso) ha visto la partecipazione di una sessantina di persone. Donne e Uomini interessati ad una cura per l’incontinenza, ad una gestione del prolasso o a come far fronte ai problemi della defecazione si sono sentiti tranquilli di poter esprimere ciò che la natura umana ha reso a volte complessi: i semplici meccanismi fisiologici possono diventare veri e propri incubi per alcuni.
Molti cambiamenti avvengono nella donna dopo la menopausa. In primis, il calo del desiderio sessuale diventa allo stesso tempo causa ed effetto di ulteriori problematiche.
È la verità. Poche donne si prendono cura della loro vagina. Poche la guardano allo specchio e nessuna impiega i cinque secondi canonici che servono per mettersi la crema al viso, per metterla in vagina come elasticizzante o lubrificante.
Ho dato spunti e cose da fare , suggerito comportamenti adeguati sul wc e fornito indicazioni di prevenzione.
Ho mostrato i video di qualche esercizio semplice e regalato lo schema scritto da completare. Oltre che ad aver illustrato con più di 80 foto, tutte le altre possibili soluzioni in caso di ipotono o ipertono del perineo, ho parlato di emozioni, stress e ansia, e di come queste si somatizzino sul perineo, con manifestazioni di urgenza e aumentata frequenza minzionale, dispareunia o coliti.
La conferenza è stata aperta con i saluti dell’assessore al sociale dott. Soligo e di Regina Dassie’, presidente ATIS. A seguire il dott. Grossi (foto a sx), operativo al centro di terzo livello dell’incontinenza del Ca’ Foncello di Treviso , nelle veci del Dott.Santoro assente. Grossi ha spiegato la rete dei centri dell’incontinenza. Infine la sottoscritta, Fanni Guidolin, a ruota libera per un’ora e mezza, con pause pratiche e piccoli schetch.


foto sotto: Fanni Guidolin in centro. Alla sua destra Annamaria Fietta e alla sua sinistra Diana Lion, volontarie AISCAM (associazione incontinenti e stomizzati di Castelfranco e Montebelluna, TV)
foto sotto: i partecipanti alla serata, alle prese con la consueta prova palloncino. Si spiega la gestione delle iperpressioni addominali.
foto sotto: Fanni Guidolin con il direttivo ATIS (associazione trevigiana incontinenti e stomizzati). Alla destra di Fanni, Regina Dassiè, presidente ATIS.

1 settembre 2019

IO, PELVICSTOM INFLUENCER

Ho iniziato undici anni fa, raccontando ai miei colleghi infermieri il mio desiderio di scrivere storie sul pavimento pelvico e la stomia, sulle persone stomizzate e le persone con disturbi del perineo. Poi ho aperto il BLOG www.pelvicstom.blogspot.it  e gli esperimenti di scrittura sono diventati opere, e poi manoscritti fino ad essere un libro . Mi ritengo una pelvicstom influencer, con una pagina facebook seguita da più di 5200 appassionati al mio mondo. (vai alla pagina www.facebook.com/Pelvicstom  per conoscerla!)
Da allora continuo a condividere esperienze, tutorial, storie straordinarie, anche motivando i miei followers con frasi, storie o racconti quasi sempre correlate ad una foto significativa. Molte mi vengono inviate. Sono sempre io l'artefice del contenuto, ma pochi lo sanno. 
Da qualche mese, dopo la creazione di un gruppo italiano di terapiste esperte nella riabilitazione perineale GITERP, è iniziata una collaborazione attiva, con il loro invio di articoli specialistici in ambito perineale. Li elaboro e li pubblico sul blog. Perché mi dedico al blog ? 
Credo di essere un punto di riferimento per molti pazienti che non trovano riferimenti. Con il blog si riescono a raggiungere i luoghi più isolati del mondo. Inoltre, il modo più semplice e diretto per interrompere il semplice pensiero di non essere felici è occuparsi degli altri. Tutto qui. Si tratta davvero di un meccanismo terapeutico naturale, elementare e senza effetti collaterali. Perché funziona? Perché nello stesso istante in cui rendi utile per il mondo la tua esistenza, occupandoti degli altri, dell’ambiente fisico in cui ti muovi o del mondo, hai realizzato te stesso e trovato la felicità.
Al raggiungimento dei 10.000 followers della pagina Pelvicstom  mi sentirò una pelvistom ambassador ? Eh beh, non vedo l'ora, lo ammetto!. 
Non si guadagna alcunchè con questo lavoro. Già, un vero lavoro che mi impegna almeno due, tre ore al giorno. La sera, dopo cena e dopo un buon libro. Le influencer del pelvic floor non hanno contratti milionari come le fashion blogger, eppure sento di arricchirmi tremendamente tanto. Mi mantengo con il lavoro di Enterostomista, che è sottopagato rispetto a quanto io faccia, ma non mi sono mai lamentata. Sono una dipendente pubblica diligente, stacanovista appassionata.
La sera devo rispondere ai commenti dei followers, ai like sui post e ai messaggi su messanger. Poi ci sono le mail, le richieste di aiuto, le richieste di consigli, le risposte ai complimenti. Non c'è giorno in cui non dedichi del tempo ai miei lettori, che ormai considero alla stregua di amici. Cerco di stupirli, informarli, ma soprattutto di incuriosirli. A proposito di curiosità, avete mai partecipato alle mie serate informative? Sono sempre gratuite! Allora vi invito agli eventi di #pelvistomintour sul territorio Veneto, tra colline, e bellezze mozzafiato delle cittadine medioevali del nord. Sarà bello conoscervi dal vero e potervi abbracciare tutti no ?
Vi aspettoooooooooooo
Fanni Guidolin 

Potrebbero interessarti anche:

Archivio blog