30 aprile 2017

Una passeggiata ricca di sorrisi


Abbiamo contato più di duecento partecipanti all'evento "Walk with AISCAM" 2017, la camminata contro il cancro indetta dall'associazione incontinenti e stomizzati di Castelfranco e Montebelluna.
E' stato il Sentiero degli Ezzelini protagonista indiscusso di tanta meraviglia, percorso dai miei bravissimi e amatissimi pazienti, e dai loro amici.



Il progetto turistico sul sentiero, mirava a valorizzare gli aspetti ambientali e naturalistici di un'area trasformata in vero "percorso benessere". Quale migliore terapia per i pazienti oncologici respirare i profumi penetranti del verde naturale ?
Molti pazienti, nonostante siano tutt'ora  in chemioterapia, ci hanno onorato della loro presenza.


Siamo partiti da Villarazzo, frazione di Castelfranco Veneto,  con il saluto del vice sindaco Gianfranco Giovine, e con la costante compagnia del vice sindaco di Castello di Godego, Barbara Gardiman. Per 2,5 chilometri abbiamo passeggiato con calma e serenità all'insegna del sorriso e del divertimento. I colori degli alberi e delle piante, variavano dal verde intenso, per le piogge abbondanti dei giorni scorsi, al verde pastello, come se si fossero messi d'accordo di non dare troppo nell'occhio. Il fiume Muson scorreva placido accanto a noi, lasciandoci i suoni gradevoli dell'acqua.


E' stata una camminata esilarante che in poche associazioni si riscontra, anche a detta di chi è giunto sin da Padova, da Venezia, da Treviso per stare con noi.
Camminata che anche quest'anno ho condotto, insieme al direttivo, con gioia e onore.
Abbiamo studiato il percorso nei dettagli: qualche canzoncina durante la passeggiata, il ponte umano, le mani intrecciate, animazione da "scout" che con ilarità e un megafono in mano, mi ha fatto sentire protagonista del benessere psicologico di tutti i miei pazienti.



E ancora attività con gli esercizi pelvici di Pelvicstom sul prato di San Piero, presso Castello di Godego, il lancio dei palloncini colorati in cielo, segno di speranza, e la camminata sull'erba a piedi nudi, il tiro alla fune e i giochi con le uova sode (ma nessuno lo sapeva che fossero sode!).
Anche la "risata forzata" è stata terapeutica e soprattutto contagiosa.


Abbiamo concluso la giornata in Villa Caprera, gioiello dei fratelli Santi catering, con un pranzo meraviglioso e l'allestimento delle foto dei partecipanti al concorso "Luci e ombre sul cancro".
Ha vinto la foto "i girasoli", di Luciano Bonato. Il suo mondo lo vorrebbe così, giallo, luminoso, ricco di girasoli che colorano la vita e seguono solo la luce. Un messaggio di positività nonostante la malattia che Luciano ha affrontato molti anni fa e la stomia che ancora lo accompagna.
E' arrivata seconda la foto dal titolo " l'arcobaleno ", di Franca Bergamin, che squarciava il cielo temporalesco con un messaggio di speranza e positività. Il vincitore veniva infatti premiato per la profondità d'espressione più che per la tecnica fotografica, e Franca ha saputo infondere il messaggio che ognuno vorrebbe per la sua condizione. Dopo un temporale, viene sempre il sereno.

La giornata è stata spettacolare e il sole ha baciato tutti in fronte. Perchè è così che deve sentirsi un gruppo: amato, considerato, unico.

Ringraziamo anche il sindaco di Castello di Godego Pierantonio Nicoletti, per la sensibilità dimostrataci, presente in villa con la madre Iva, paziente, seguace AISCAM, e partecipante alle nostre iniziative. E ancora un ringraziamento a Barbara Gardiman, vice sindaco, che ha reso possibile l'evento ed ha animato la premiazione della foto vincitrice.

Non posso infine non nominare i membri del direttivo e grandi collaboratori : Franco e Gloria, Raffaella, Luciano, Franca e Annamaria, Attilio, Barbara, Mario, Lia, la sottoscritta e il presidente Dott. Pesce Giuseppe. Siamo una forza!!!!
Arrivederci al prossimo evento AISCAM !



Potrebbero interessarti anche:

Archivio blog