10 aprile 2016

Corso di Posturologia: la valutazione posturale integrata

 Il mantenimento di una corretta postura è considerato parte del progetto riabilitativo delle forme di
incontinenza, sia urinaria sia fecale, dei prolassi e del dolore pelvico. Da studi di letteratura e da una recente revisione bibliografica in tema, divenuta tesi di master ad opera di un mio studente universitario, si evince che il rapporto tra postura e pavimento pelvico sia un binomio inscindibile e non un concetto dicotomico. Ogni disfunzione perineale non deve essere perciò trattata a prescindere dalla postura dell'individuo.  L’analisi posturale e la riabilitazione posturale rientrano nel processo riabilitativo del paziente con disfunzioni pelvi perineali. Ecco perchè ho deciso di seguire questo corso di alta formazione, in quattro giornate, appena conclusosi a Milano, in tema di posturologia.

La valutazione posturale integrata è stata la tecnica acquisita per poter inquadrare con precisione da dove origina una disfunzione. Si sono appresi tutti i test di valutazione e indagine dei singoli recettori posturali. Attraverso l'analisi di tre aree sintomatologiche, possiamo  riconoscere la sindrome da deficit posturale. E' l'osservazione fatta in modo biomeccanico o neurosensoriale che orienta a finalità e ad approcci differenti, seguendo una roadmap, cartella clinica sequenziale. 




Il perineo è sempre il mio campo di interesse !


Il Dott. Stefano Frediani (medico odontoiatra) alle prese con il test dei rotatori


Momenti del corso in posturologia  (grazie Marco Botteghi) 


Potrebbero interessarti anche:

Archivio blog