13 gennaio 2016

L'AMBULATORIO DI RIABILITAZIONE DEI PAZIENTI STOMIZZATI E CON DISFUNZIONI DEL PAVIMENTO PELVICO


ENTEROSTOMISTA RIABILITATRICE PERINEALE
E.T. FANNI GUIDOLIN




Per il paziente stomizzato e/o incontinente fronteggiare e riconoscere la malattia che lo ha colpito e le modifiche fisiologiche del corpo che ne derivano, è un percorso difficoltoso. Il ritrovarsi anche ad affrontare le problematiche legate alla presenza di una derivazione intestinale o urinaria, rappresenta una penosa e invalidante condizione che può portare a limitazioni della vita sociale, ansia e depressione, perdita di autostima e dell’interesse per ciò che li circonda.
Nella nostra u.l.ss. l’Ambulatorio di riabilitazione dei pazienti stomizzati e con disfunzioni del pavimento pelvico, afferente alla unità operativa di Chirurgia Generale, è una realtà consolidata ormai da alcuni anni, in grado di venir incontro alle richieste di aiuto, di supporto psicologico, di cure ed educazione di cui questi pazienti necessitano.
Attraverso un percorso terapeutico e riabilitativo, che inizia con la diagnosi della malattia e procede con l’intervento di asportazione del colon o del retto, della vescica, della prostata o dell’utero, il paziente viene preso in carico dall’Enterostomista Riabilitatrice Perineale, principalmente per le problematiche di gestione della stomia e dell’utilizzo dei presidi corretti (la distribuzione diretta dei presidi per stomizzati, sacchettini e placche ad esempio, viene effettuata direttamente dall’enterostomista), per la gestione dei problemi di incontinenza urinaria o fecale, per problemi di stipsi, per eventuali disfunzioni sessuali, per il controllo del dolore pelvico cronico, per il prolasso degli organi pelvici, e per il miglioramento generale della qualità di vita.
Dapprima dedicato solo ai pazienti stomizzati, da sette anni a questa parte, si occupa anche dell’innovativo percorso di Riabilitazione del Pavimento Pelvico al quale sono sottoposti i pazienti chirurgici, in continua e costante collaborazione con specialisti medici.
All’ambulatorio accedono anche i pazienti che, pur non essendo stati sottoposti ad interventi chirurgici particolari, presentano le problematiche sopra descritte.
La collaborazione con l’Università di Padova dove la Dott.ssa Guidolin è docente al Master in “Assistenza sanitaria a pazienti stomizzati ed incontinenti” rivolto agli infermieri che vogliono specializzarsi in questa area, ci ha consentito di portare importanti innovazioni, di aumentare le nostre competenze e la professionalità, ma anche di aumentare l’offerta assistenziale dell’ambulatorio stesso, come ad esempio, la collaborazione costante con la Dott.ssa Bertelli, psicologa esperta nella conduzione di incontri di gruppo con pazienti stomizzati e incontinenti (ogni 1° giovedì del mese dalle ore 14 alle 15 a Montebelluna e ogni 1° venerdi del mese dalle ore 14 alle 15 a Castelfranco). 



Potrebbero interessarti anche:

Archivio blog