26 dicembre 2015

Una vagina "tirata", consigli per non strafare




Sono molte le donne che utilizzano il perizoma (foto in alto, a sinistra). Qualche uomo lo definisce filo interdentale, ma non ho mai capito se lo dice davvero o perchè gli assomigli. 
Fatto sta che lo sfregamento del filo avanti e indietro, trascina batteri dall'ano alla vagina molto più facilmente del classico slip  brasiliano (foto a lato) , o del tanga (foto in alto a destra) , che ha maggiore copertura vaginale, pertanto l'attenzione all'igiene intima è essenziale. Il rischio di infezione è proporzionale al tessuto del perizoma, se sintetico, aumentano le probabilità di contrarla. 
L'attività fisica con il perizoma o il tanga è sempre sconsigliata così come l'utilizzo degli assorbenti anatomicamente studiati e tagliati per non dover indossare antiestetiche mutandone. Al bando quindi, ogni salvaslip. Meglio sostituire più volte al giorno il tanga in cotone al 100%.
Sconsigliato è anche l'effetto dei pantaloni "Camel Toe" sulla vagina (foto a destra) . Un nome buffo, per parlare della fessura, non proprio elegante da vedere, che disegnano gli indumenti troppo stretti a livello dell'inguine e delle grandi labbra. Gli sfregamenti risultano aggressivi per le parti intime e creano un ambiente ideale per micosi e batteri. 
Se poi mi consentite un'opinione personale... sono indice di volgarità e cattivo gusto.

Potrebbero interessarti anche:

Archivio blog