10 novembre 2015

IL PROLASSO MUCOSO DEL RETTO

Se la manica di una giacca da uomo è il retto, e la fodera della manica è  la mucosa del retto, il prolasso mucoso del retto non è altro che lo scivolamento della fodera (mucosa) nella manica, verso l'orifizio (ano) della manica stessa, ingombrando il passaggio della mano (feci).
Durante la spinta per defecare, tale ingombro (prolasso mucoso), impedisce di sentirsi completamente svuotati dalle feci o addirittura, di non riuscire a defecare (sindrome da ostruita defecazione). L'errore è continuare a rimanere seduti nel wc con la speranza che qualcosa accada, spingendo all'inverosimile. Non tutti sanno che così facendo, peggiorano il loro prolasso.
I sintomi più frequenti sono la defecazione ostruita, il prurito anale, la dermatite perianale, un senso di incompleta evacuazione che scompare spesso assumendo la posizione sdraiata o a bacino declive ed arti inferiori sollevati (a risucchio).
L'ingombro (fodera ammucchiata)  del canale anale (manica della giacca) da parte della mucosa (fodera) dà un senso di "mi scappa la popò" che viene definito tenesmo rettale. La persona si recherà quindi in bagno più volte peggiorando il problema e creando un circolo vizioso. Il perineo tenderà ad abbassarsi, avverrà quindi un eccessivo stiramento dei nervi pudendi (nervi del pavimento pelvico) e una cascata di altri problemi come il rettocele, l'incontinenza fecale o urinaria, una ischemia (mancanza di irrorazione sanguigna) della zona compromessa fino alla formazione di un'ulcera del retto . La diagnosi di Prolasso Mucoso del Retto viene effettuata dal chirurgo proctologo attraverso anoscopia o perineografia. Anche una esperta enterostomista potrà aiutarvi a capire meglio. La terapia deve essere conservativa, se possibile, per  risolvere la defecazione ostruita, e consiste nella riabilitazione del pavimento pelvico (esercizi, terapia comportamentale, biofeedback ). La chirurgia del prolasso mucoso deve essere l'ultima scelta, ben valutata, quando la riabilitazione non ha portato i risultati sperati.
Si evidenziano le seguenti possibili complicanze della chirurgia del prolasso mucoso che i pazienti DEVONO conoscere: 1) Urgenza defecatoria fino a due anni dopo l'intervento 11% (necessità di corrrere in bagno velocemente per defecare con il rischio di incontinenza) . 2) Peggioramento della ostruita defecazione 3.7% . 3) Incontinenza fecale 3.6% 4) stenosi 0.43% (restringimento del canale) 5) dolore pelvico cronico 6) fistola retto vaginale . 
Se le percentuali vi sembrano basse, cadere comunque in quel 3-11% di complicanze, significa stare peggio (molto peggio) di prima dell'intervento. Quindi pensateci bene e parlatene con una terapista del pavimento pelvico !

  












Potrebbero interessarti anche:

Archivio blog