20 settembre 2015

Sei stato operato alla prostata ? Rivolgiti al più presto ad un centro di riabilitazione del pavimento pelvico

Gli interventi alla prostata, in particolare la prostatectomia radicale (asportazione di tutta la prostata e delle vescichette seminali) o la Turp (resezione prostatica trans uretrale, ovvero resezione di parte della prostata ) possono creare incontinenza e impotenza. Tali condizioni non sono sempre temporanee, e anche se lo fossero, costringono il paziente a vivere ansie, paure e spesso depressione. Lavorare con un pannolino, andare in palestra con il pannolino, viaggiare con il pannolino, diventano condizioni penose e invalidanti. Il paziente limita perciò le uscite, i rapporti sociali, i rapporti con l'altro sesso. E aspetta. Aspetta magari un recupero che non avverrà mai. Bisogna imparare ad usare certi muscoli come se si "re-imparasse" a camminare.
La disfunzione erettile conseguente alla sezione dei nervi erigenti può essere affrontata con adeguata terapia farmacologica, riabilitativa (esercizi), strumentale (elettrostimolazione e vacuum device) e non si deve attendere oltre un mese dall'intervento.
Rivolgetevi ad un centro di riabilitazione del pavimento pelvico se potete. Oppure scrivetemi per info su guidolinfanni@gmail.com .
(Se invece siete specialisti del pavimento pelvico, inviatemi i vostri recapiti, potranno servire a tanti pazienti che mi scriveranno da tutta Italia)
Clicca qua per leggere di cosa mi occupo




Potrebbero interessarti anche:

Archivio blog