1 febbraio 2014

Frenare le scariche

Il paziente con ripetuti accessi al bagno per defecare dopo la chiusura della stomia o il paziente che presenta eccessive scariche liquide dalla Ileostomia  può ricorrere alla Loperamide. Si tratta del principio attivo dell'imodium o del dissenten, due nomi commerciali molto conosciuti. Il vostro medico potrà prescrivervi la compressa sublinguale per essere sicuri dell'assorbimento del principio attivo e non quella da deglutire. Infatti molti pazienti con Ileostomia ritrovano compresse intere nel sacchettino di scarico.
La Loperamide e' stata studiata e confrontata con altri farmaci come la codeina e il difenossilato dimostrandone la maggior efficacia anche sull'aumento del tono dello sfintere anale.
La Loperamide diminuisce la frequenza della defecazione, aumenta la consistenza delle feci ed ha meno effetti collaterali degli altri farmaci menzionati.
1 o 2 compresse due tre ore prima dei pasti , secondo prescrizione medica, possono davvero  limitare i danni da scariche continue ed eccessive come le macerazioni cutanee peri anali e peri stomali.
Associare il trattamento farmacologico a terapie dietetiche e comportamentali oltre che a stimolazione elettrica dello sfintere anale (quando non c'è più la stomia) , può portare notevoli benefici e migliorare la qualità di vita.

(Read M., ET al 1982)
(Hallgreen T. Et al , 1994)
(Palmer KR, ET al. 1980)

Potrebbero interessarti anche:

Archivio blog