28 dicembre 2013

Riservato agli uomini: Il Vacuum Device

La valutazione dell’efficacia di uno strumento riabilitativo/terapeutico nei pazienti sottoposti a Prostatectomia Radicale per tumore della prostata localizzato è stata considerata da molti medici e terapisti della riabilitazione del pavimento pelvico.

La fibrosi dei corpi cavernosi con conseguente accorciamento e incurvamento del pene è un segno vissuto drammaticamente dal paziente molto più della capacità di avere una erezione valida ai fini della penetrazione.
L’utilizzo del vacuum device, dispositivo semplice ed economico, può prevenire queste drammatiche conseguenze e soprattutto aiutare nel rinforzo dei muscoli ischio cavernosi che contribuiscono, se ben contratti, ad una buona continenza urinaria.
Si tratta di un cilindro aspiratore del pene, dotato di una pompetta manuale (più consigliata di quello elettrico) che, attirando sangue nei corpi cavernosi, ne determina un rigonfiamento. E’ possibile mettere un anello alla base del pene per mantenere il rigonfiamento e la potenziale erezione ma a scopo riabilitativo dei muscoli è meglio non utilizzarlo.
Se, nello stesso tempo in cui effettua l’aspirazione, l’uomo imprime una forte contrazione volontaria dei muscoli del pavimento pelvico e alla base del pene, verso l’interno, contrasta la forza opposta dell’aspiratore e sviluppa i muscoli stessi.
In conclusione, il vacuum device non previene solamente l’incurvamento del pene e la fibrosi dei corpi cavernosi ma è un utilissimo strumento per migliorare i sintomi di incontinenza urinaria dopo la rimozione della prostata per cancro.

Curr Urol Rep. 2008 Nov;9(6):506-13.Vacuum erection devices to treat erectile dysfunction and early penilerehabilitation following radical prostatectomy.Zippe CD, Pahlajani G.Glickman Urological and Kidney Institute at Marymount, The Cleveland Clinic,Garfield Heights, OH 44125, USA.

Potrebbero interessarti anche:

Archivio blog