domenica 21 gennaio 2018

GIULIA, LA RAGAZZA DAL SORRISO AL GINSENG

Non puoi non notarla.
Al padiglione K, i distributori di bevande sono un luogo di ritrovo per noi dipendenti nei rari momenti di pause concesse, o prima di iniziare il turno di lavoro. 
Lei è quella ragazza con la maglietta gialla e il sorriso che ti carica, come il ginseng. 
Giulia lavora per la ditta di distributori ospedalieri di bevande e snack ed è diventata una mia carissima amica. Si divide tra il lavoro, i figli che ama, un marito paziente e una serie di amici dei figli che l'hanno adottata come mamma-cuoca-tuttofare, mamma-psicologa, zia-d'occorrenza, sorellona-casinara e chi più ne ha più ne metta. Basta sfogliare il suo profilo facebook per capire il mondo che la circonda. E' un mondo fatto di persone vere, semplici e dal cuore grande. 
Di caffè me ne intendo, sono una "caffeinomane" dipendente e in quei distributori ne trovi per tutti i gusti. Ma è quel sorriso energetico che mi cattura due volte a settimana, quando Giulia viene a rifocillare i dispositivi. E' calamitante, e non solo nei miei confronti. Caldo, e luminoso, come lo sguardo che indossa tutte le volte che la incontro. 
Terapeutico potrei dire. 
Non è una banalità iniziare bene la giornata. Due parole rubate al tempo incessante, un "buona giornata" o un "come va" conformati alla luce che il sole fa o meno entrare dalla finestra, un "ciao ci vediamo" a fine sorso di caffè, et voilà, l'umore cambia, come per magia.
A volte galleggiamo nel buio, sembriamo oggetti smontati che camminano come automi scricchiolanti, pensierosi e con lo sguardo appannato. Altre volte le fragilità dei nostri pazienti ci tolgono il respiro, facendoci apparire il mondo troppo piccolo o troppo grande per saperci collocare. E allora un caffè in compagnia anche di chi non conosci può davvero convincerti che la semplicità ti basta. E se poi a renderla tale c'è un sorriso al ginseng di una donna dal profumo esotico e tropicale, beh... ogni sensazione, fatta o meno d'istinto, diventa grandiosa.
E' il nostro piccolo regalo giornaliero.
Grazie Giulia.

L'INCONTINENZA: UNA PROBLEMATICA CURABILE. (II° congresso regionale A.I.S.VE.)


Presidente regionale stomizzati e incontinenti Sig. Reginato Attilio

Comitato scientifico: Prof. Militello Carmelo, Dott. Pesce Giuseppe, Dott.ssa Guidolin Fanni

Referente Ulss2 Progetto Incontinenza: Dott. Santoro Giulio


Programma
8.00-8.30 Arrivo e registrazione partecipanti
8.30-9.00 introduzione ai lavori :
attilio reginato, presidente regionale stomizzati  e incontinenti
Dott. Benazzi Francesco, direttore generale  ulss 2
Dott. Coletto luca, assessore regionale sanita’
marina perrotta, presidente fais
stefano marcon, sindaco di castelfranco  veneto e presidente provincia treviso
9.00 Dott. Pesce G. (ex Chirurgia P.O Castelfranco Veneto, presidente AISCAM ) : a.i.s.ca.m. : Una realta’ “esportabile”
9.15 Prof. Militello  (Chirurgo Geriatra Università degli Studi di Padova) : INTRODUZIONE AI LAVORI E FOCUS SULL’EPIDEMIOLOGIA DEL’INCONTINENZA
1a sessiome INCONTINENZA FECALE (Moderatore: Dott. De Luca M.)
9.30 Dott. Sernagiotto (Chirurgia coloproctologia P.O: Castelfranco Veneto) : CAUSE DI INCONTINENZA FECALE
10.00  Dott. De Carli (chirurgia coloproctologia P.O: Feltre ): TRATTAMENTI CHIRURGICI DELL’INCONTINENZA FECALE
10.30 coffee break
2a sessione INCONTINENZA URINARIA (Moderatore: Dott.Amodeo A.– Dott. Tosetto S.)
11.00 Dott. De Zorzi (urologia P.O. Castelfranco Veneto e Montebelluna ): CAUSE DELL’INCONTINENZA URINARIA
11.30 Dott. Iafrate (urologia P.O.:Padova ): TRATTAMENTO CHIRURGICO DELL’ INCONTINENZA URINARIA
12.00 Dott. Busato E. (U.O. ginecologia Treviso): PROTOCOLLO DANNI DA PARTO
12.15 Dott. Baccichet R. (U.O. ginecologia Oderzo) : COMPETENZA GINECOLOGICA NELL’INCONTINENZA
12.30 Lunch
3a sessione: RIABILITAZIONE DELL’ INCONTINENZA (Moderatore: Dott.ssa Soncin A.)
13.30 Dott.ssa Guidolin F. (enterostomista Spec. Riabilitazione pavimento pelvico) IL RUOLO DELL’INFERMIERA RIABILITATRICE
13.45 Dott.ssa Zebellin B. (fisioterapista) CONSAPEVOLEZZA DEL PAVIMENTO PELVICO
14.00 Dott.ssa Vitali M. (ostetrica) SEF e BFB per L’INCONTINENZA
14.15 Dott.ssa Sorrentino D.( infermiera uroriabilitatrice)  TECNICA IPOPRESSIVA PER L’INCONTINENZA
14.30 .Dott. Santoro e Dott.ssa Fanni Guidolin PRESENTAZIONE  RETE REGIONALE DEI CENTRI  PER L’INCONTINENZA SEGUIRA’ TAVOLA ROTONDA
16.00 CHIUSURA LAVORI

verrà rilasciato attestato di partecipazione 


 IL CONGRESSO SI SVOLGERA’ PRESSO
LA SALA CONVEGNI DELL’ OSPEDALE
DI CASTELFRANCO VENETO
GRATUITO. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA VIA MAIL
aisveregionale@gmail.com

si ringraziano per il patrocinio: 









venerdì 19 gennaio 2018

Rinforzo dei glutei per Pelvicstom (incontinenza urinaria)



Solitamente si invita il paziente alla ricerca dell'isolabilità della contrazione del muscolo elevatore dell'ano senza l'attivazione dei glutei.
Tuttavia, nella postura eretta, o durante le normali azioni quotidiane che richiedono la stazione eretta, anche i glutei svolgono una importante funzione. La loro attivazione aiuta anche i muscoli più profondi del pavimento pelvico a contrarsi.Ovviamente la terapista dovrà valutare prima questa capacità.

Fanni Guidolin
stomaterapista
seguimi sulla pagina Pelvicstom

giovedì 18 gennaio 2018

ANDRA' BENE

E poi ti arriva quella telefonata.

Ho fatto il controllo oncologico stamattina. Sono passati dodici mesi dall'ultimo e cinque anni dall'intervento per cancro del retto.
Mi sono preparato come se avessi dovuto andare ad un appuntamento galante. Volevo che la dottoressa mi trovasse in forma, con un bel colorito, le guance paffute, segno di salute. Ho indossato la camicia bianca, quella con i bottoncini sul collo, della festa. Mia moglie era più preoccupata di me. Il controllo oncologico l'ha sempre destabilizzata fino alla risposta degli esami. 
Tutto bene?. Si programmava un viaggio, una cena, l'acquisto di un regalo importante. 
Cinque anni così. Di viaggi, cene e regali importanti, di serate d'amore, di rose rosse sul letto, di sesso e di galanterie. Di lettere. Si lettere. Io e mia moglie ci scambiamo ancora lettere d'amore ad ogni occasione. 
E ci ritroviamo qui, mano nella mano, con gli occhi rossi di lacrime e la pelle del volto che brucia, per tutto quel sale. Io mi appoggio a lei e lei a me. Increduli ripetiamo che ...no non può essere. Un marcatore tumorale impazzito ha fatto scoppiare i nostri cuori nel petto. Ha stravolto le nostre certezze. I nostri progetti e sogni. Non dormiremo stasera. 
Quella telefonata dall'ospedale ci ha disintegrato in due minuti. Paf. Uno tsunami in pieno giorno. Una valanga nel buio. Un salto nel vuoto.
Dal nostro cuore si è staccata una scheggia violenta. Di rabbia, di odio, per quella telefonata.
E siamo qui, a piedi nudi, seduti a bordo letto, con la testa fra le mani. E' come se fossimo attratti dal pavimento. Abbiamo paura di non riuscire a muoverci mai più, che in qualche modo nel legno sia tornata a scorrere quella linfa collosa di quando era albero, determinata a tutti i costi a lasciarci piantati qui, per sempre.
Le spalle cedono. Quelle parole così caustiche bruciano come il fuoco dentro di noi. Ci sentiamo in colpa. Come abbiamo fatto a non sentire nulla?. Nessun presagio, nessun sintomo. Una colpa che si moltiplica. Una colpa assurda. E' come se quella colpa fosse nelle fibre della coperta scozzese che ci teniamo addosso.
Siamo qui a pensare all'esame di domani.
Accertamenti.
Li chiamano così. 
"Accertamenti".
Per accertare ciò che già suppongono. Per confermare che il mostro è tornato, che non hanno scambiato le provette nè le cartelle. Per ripartire daccapo. 
Abbraccio forte il mio amore. Più forte di quanto lei abbracci me, ma solo perchè le mie braccia sono più lunghe. La bacio come non l'ho mai baciata prima. La accarezzo come se non l'avessi mai scoperta prima. Piangiamo insieme, io più forte di lei, come se le mie lacrime fossero più gonfie  e piene. E i singhiozzi sovrastano rubando lo spazio ai nostri respiri.
No, non permetterò al cancro di farsi largo tra noi amore mio. Mai.
Lo imbavaglierò, con una sciarpa piena di teschi.
Andrà bene, lo sento. Stai tranquilla. 

M. l'ho incontrato ieri in corridoio ed era stravolto. Ho voluto scrivere quanto mi ha raccontato perchè credo nella pura forza dell'amore.
Fanni Guidolin
stomaterapista

Stomie complicate

I PROBLEMI DELLE STOMIE

Post più popolari

LE PASSIONI SI COLTIVANO COME LE ROSE, E TU SEI LA MIA

VINCERE UN PREMIO LETTERARIO

TEATRO ACCADEMICO: CONFERENZA SUL TUMORE DELLA PROSTATA

i video di pelvicstom

Loading...

QUESTO E' IL PERCHE' DELL'AMORE PER IL MIO LAVORO

VI SPIEGO PERCHE' LE DONNE (NON) FANNO GLI ESERCIZI PER IL PAVIMENTO PELVICO

A te, dagli occhi color fiordaliso

Aiutami a distruggerti

CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE

LILT , CONOSCERE PER VIVERE

Il post del mese

Intervista a Fanni Guidolin ideatrice del blog Pelvicstom

Invia il tuo indirizzo mail per essere sempre aggiornato sui nuovi post

UN BEBE' SOTTO AL SACCHETTO

Clicca qui per conoscere i prossimi eventi di AISCAM

Cammina con noi! Il cancro non ci ferma

Walk With Aiscam !

Oggi non stai bene? Guarda noi !

Vorrei quell'abbraccio

Guarda i video

Infermieristicamente

tu non mi tradirai mai

Un seno esagerato e una vita da ricostruire

"Oggi Treviso" parla di noi !

Sai cos'è il prolasso mucoso ?

Pavimento Pelvico: chi è a rischio ?

Il manuale

IO STOMIZZATA, AD UN CONCORSO DI BELLEZZA

Post più popolari

HABEMUS CORPUS

28 Gennaio 2017: Sessualità senza tabù

FESTA AISCAM 2016

I post più letti negli ultimi 30 giorni

Pelvicstom e'

Capire il pavimento pelvico e la stomia. Il primo sito medico scientifico facile facile. Per tutti.
Se vuoi, Cerca anche la pagina Facebook Pelvicstom e clicca mi piace!

RABBIA

J-pouch e complicanze

Post più popolari

Teatro Accademico: conferenza sul cancro del colon retto

GUARDA I VIDEO DI PELVICSTOM SU YOU TUBE

FUMAVO

AIUTO, HO LA VESCICA IPERATTIVA

A TE, CHE GUARDI IL MONDO SOLO CON I TUOI OCCHI

VINCERE UNA BORSA DI STUDIO

Pelvicstom page on Facebook

11 consigli per chi affronta quel mostro

E su "Oggi Treviso..."

Da Venezia: un grazie enorme e carico di potere

Gli articoli più' cliccati

Il pavimento pelvico, questo sconosciuto

Le palline della Gheisha

Fanni Guidolin e Pelvicstom

Mi sono innamorata del dottore che mi cura

Glutei da top?

La mia Adolescenza Scolorita

La mia Adolescenza Scolorita
(In foto: Anita Rubin)

Uomo e Prostata

L'APPARENZA INGANNA